Berlino | #1.1

Eccoci di nuovo qui a parlare di viaggi, ragazzi!

Grazie per la pazienza che avete dimostrato aspettando il seguito del Diario di Viaggio a Berlino. Se vi ricordate, nello scorso post avevamo appena incominciato ad addentrarci nei meandri di questa città, scoprendo solo le prime 5 esperienze immancabili (a parer mio) di un viaggio nella capitale tedesca.

Ora, dato che è passato qualche giorno e che magari non tutti hanno avuto il piacere o l’opportunità di godersi la prima parte del viaggio, direi di fare un piccolo riassunto di quello che già abbiamo visto e fatto per le strade berlinesi.

1- Toccare il muro

2- Ricordare le vittime delle atrocità naziste

3- Ammirare la diversità

4- Tornare bambini allo zoo

5- Fare il pieno di Brezel, Currywürst e frutti di bosco

Ecco, adesso che abbiamo ripreso confidenza con Berlino, possiamo proseguire il nostro percorso, accompagnati, come sempre, da una colonna sonora. Buon proseguimento!


Colonna sonora: Alexanderplatz – Milva


6- Perdersi per il Mitte

IMG_5203

Mitte è, senza dubbio, l’immagine che il mondo ha di Berlino. È qui, infatti, che si concentrano, a pochi chilometri di distanza l’uno dall’altro, tutti i luoghi di interesse più famosi della capitale tedesca. Primi fra tutti la Brandenburger Tor, la grande porta trionfale sormontata da una quadriga emblema dell’intera nazione, e il Reichstag, la mastodontica sede del governo federale tedesco, con la sua cupola in vetro che sorveglia l’intera città. L’imponente viale Unter den Linden, con le sue ambasciate e i suoi fastosi palazzi, sembra essere rimasto indietro nel tempo agli anni d’oro dell’impero tedesco. Inoltre, lungo le arterie principali del quartiere, Friedrichstrasse in primis, vi sono numerosi negozi e centri commerciali interessanti per i patiti dello shopping.

7- Rendere omaggio alla più bella

IMG_5439

Con tutta probabilità, la regina egizia Nefertiti è stata la più bella donna della storia. Il suo lungo collo da cigno, la sua carnagione abbronzata, i suoi intensi occhi neri, il suo naso e la sua bocca perfetti hanno fatto palpitare i cuori di tutti i suoi sudditi. Per fortuna, anche noi, oggi, possiamo rimanere ammaliati dalla bellezza dei suoi lineamenti grazie al celeberrimo busto di ospitato al Neues Museum, uno dei 5 musei della Museumsinsel, l’isola sulla Sprea dove sono concentrati i principali musei d’arte di Berlino. Nonostante ognuno di questi abbia le sue carte vincenti (basti pensare alle maestose mura di Babilonia e alla porta di Pergamo del Pergamonmuseum), tutti e cinque invidiano al Neues il vanto di dare alloggio a Nefertiti.

Non bisogna perdere per nulla al mondo l’opportunità di provare a svelare il mistero che si cela dietro quegli occhi profondi!

Piccola nota di servizio: i musei della Museumsinsel sono coinvolti in un enorme progetto di restauro e rinnovo dei locali; in questo periodo, l’occhio del ciclone è il Pergamonmuseum, il quale è chiuso al pubblico per due terzi. Informatevi prima di programmare le vostre visite su cosa si può vedere e cosa no in ogni museo.

8- Cambiare punto di vista

IMG_5384 copia

Come ogni grande città, anche Berlino si può ammirare da diverse prospettive.

Salite sulla cupola in vetro del Reichstag, sul terrazzo panoramico del Berliner Dom o sulla Fernsehturm per avere l’intera città ai vostri piedi. Vi sembrerà di poter tenere in mano la Porta di Brandeburgo o l’enorme Pergamonmuseum.

IMG_5360

Se invece, non amate particolarmente le salite, potrete avere una vista diversa su Berlino dal fiume che la taglia in due. Numerose compagnie offrono la possibilità di scivolare sulle placide acque della Sprea per ammirare gli imponenti palazzi  che vi si affacciano. Al tramonto, inoltre, tutto diventa molto più romantico.

Un’ulteriore alternativa per ammirare la città è l’autobus 100. Questa linea congiunge i suoi due estremi, Alexanderplatz e lo zoo, passando per tutti i punti di maggiore interesse di Berlino. È un valido sostituto, oltre che più economico, dei bus turistici.

9- Prendersi una pausa nel verde

IMG_5408

Dopo tutto il gran camminare, è d’obbligo sdraiarsi al sole in una delle incantevoli distese d’erba del Tiergarten, l’enorme polmone verde della città. Ci sono numerosi modi per esplorarlo. Dal giro in bicicletta per vederne ogni suo angolo senza metterci una giornata intera, alla passeggiata corroborante dopo un bel pasto a base di brezel, al pic nic sotto una delle sue solide querce. In ogni caso, la parola d’ordine deve essere relax. Bisogna prendere spunto dai berlinesi e riempirsi i polmoni di aria pulita, gli occhi di verde e il cuore di energie positive.

10- Fare quattro passi in Russia

IMG_5419

Non è un mistero, già l’abbiamo detto, che lo spirito sovietico a Berlino è ancora molto presente. Quale opportunità, allora, se non passeggiare per l’imponente e “comunistissima” Karl-Marx-Allee per immaginarsi di calpestare le strade di Mosca. Grazie ai suoi palazzi squadrati che fanno da cornice a questo lunghissimo viale lungo il quale si svolgevano le parate militari, vi ritroverete come per magia a pensare di aver preso l’aereo sbagliato. Poco lontano, a unire le due sponde della Sprea, l’Oberbaumbrücke e le sue torri si elevano superbe a ricordare quanto, negli anni della Guerra Fredda, il Cremlino non era poi così lontano.

IMG_5165

Infine, se prima di fare ritorno in Germania volete rendere omaggio alle migliaia di soldati russi caduti durante la Battaglia di Berlino del 1945 (non fatene parola alla nuova Miss Italia: non si sa mai che ve la ritroviate tra i piedi!), prendetevi una pausa di riflessione nel silenzio che avvolge il Sowjetisches Ehrenmal, nel cuore di Treptower ParkMentre contemplate gli enormi sarcofagi di marmo bianco adagiati all’ombra di un obelisco sulla cui vetta si staglia fiero un soldato che calpesta una svastica spezzata, non potrete non rabbrividire al pensiero di quanto sangue ha bagnato la città nel buio periodo della Seconda Guerra Mondiale.


Finite le 10 esperienze da fare a Berlino, purtroppo è giunto il momento di ritornare a casa, riposare un po’ i piedi provati dalle lunghe camminate e iniziare a preparare un nuovo viaggio!

Per chi vuole ritornare col cuore a Berlino, di seguito ci sono due consigli:


Per i patiti di libri: Storia di una ladra di libri – Markus Zusak

Per i patiti di cinema: La rosa bianca: Sophie Scholl – Marc Rothemund


Ecco qua, ragazzi! Anche per questa volta abbiamo finito! Spero che questo resoconto su Berlino vi sia stato utile in caso pensiate di andarci o siate indecisi tra questa e un’ altra città. Mi auguro, inoltre, di avervi fatto raggiungere la Germania comodamente svaccati sul divano!

Noi ci vediamo alla prossima, tanto il mondo è grande!

T

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...